Asma allergica

Tutto quello che devi sapere sull’asma allergica

L’asma allergica è una malattia infiammatoria cronica dell’apparato respiratorio causata da una reazione a diversi allergeni come polline, polvere, acari, peli di animali domestici. I sintomi tipici coinvolgono i bronchi, con un improvviso restringimento delle vie aeree (broncospasmo) e una produzione eccessiva di mucosa, che, singolarmente o insieme, rendono difficile la respirazione, creando una “fame” d’aria (dispnea), respiro sibilante e colpi di tosse. Tali sintomi sono spesso intermittenti, con una fase di benessere tra le crisi respiratorie, o, negli stadi più avanzati, possono essere cronici, con una costante dispnea e fiato corto anche per sforzi fisici di lieve entità.

L’asma è una malattia cronica che non può essere curata, ma controllata abbastanza efficacemente sia nei bambini che negli adulti.

Che cos’è l’asma allergica?

L’asma allergica è una patologia respiratoria causata da una reazione di tipo immunologico all’inalazione di allergeni dispersi nell’ambiente verso cui l’organismo è sensibile: polline, polvere, acari, peli di animali domestici. In seguito a tale reazione, si verifica un restringimento dei bronchi con la comparsa della sintomatologia respiratoria.

Quali sono le cause dell’asma allergica?

A innescare la crisi asmatica è l’inalazione di allergeni verso cui un soggetto è sensibile. Si tratta di sostanze volatili e facili da inalare come polline, polvere, peli di animali domestici, ma anche acari e altri insetti. La maggior parte delle persone non sviluppa alcuna sintomatologia in presenza di questi fattori nell’ambiente in cui vive e respira, mentre altri, i soggetti allergici e asmatici, subiscono una reazione anomala ed eccessiva del sistema immunitario che determina un’infiammazione dei bronchi e l’alterazione della loro funzionalità.

Quali sono i sintomi dell’asma allergica?

I sintomi di asma variano da persona a persona e si possono presentare in maniera continua (cronica) e acuta, oppure intermittente e temporanea, anche a distanza di molto tempo da una crisi all’altra.

Generalmente, i sintomi della malattia sono:

  • colpi di tosse, spesso violenti e generalmente secchi;
  • mancanza di respiro o respirazione affannosa (dispnea);
  • un peso sul torace o senso di costrizione toracica;
  • respiro sibilante, caratterizzato da fischi e gemiti;
  • risvegli notturni;
  • difficoltà a svolgere azioni quotidiane, come salire le scale o camminare

Come prevenire l’asma allergica?

La prevenzione è un’arma fondamentale e consiste nell’adozione di tutte le precauzioni possibili per evitare il contatto con gli allergeni verso cui si è sensibili.

Per i soggetti allergici all’acaro della polvere, bisognerebbe eseguire una buona bonifica ambientale, osservando una pulizia frequente degli ambienti domestici e di lavoro, facendo attenzione a oggetti come poltrone, divani, moquette, tappeti, tendaggi, cuscini, letti e biancheria, condizionatori.

Bisognerebbe mantenere un’umidità ottimale nell’ambiente in cui si vive, evitando i climi troppo secchi o troppo umidi, mentre all’aperto è utile coprire bocca e naso con una sciarpa se fa freddo o una mascherina se fa caldo, poiché gli sbalzi di temperatura possono innescare una crisi respiratoria. Evitare assolutamente il fumo, sia attivo che passivo, che rappresenta un ulteriore stimolo infiammatorio.

Come si arriva alla diagnosi?

La diagnosi dell’asma allergica si ottiene grazie ai seguenti esami standard:

  • Test allergologici cutanei (Prick test) e test sierologico per la ricerca di IgE specifiche per allergeni respiratori (Rast Test)
  • Test della funzionalità respiratoria, per misurare la capacità polmonare;
  • Spirometria semplice e con test di broncodilatazione

Come curarla?

L’asma allergica viene trattata con farmaci broncodilatatori e corticosteroidi, nebulizzati attraverso erogatori per via inalatoria. La posologia e la durata del trattamento dipendono dalla gravità dei sintomi.

Particolarmente importante, soprattutto nei primi stadi, è intervenire con la terapia desensibilizzante o immunoterapia specifica con estratti allergenici, che consente di ridurre gradualmente la risposta immunitaria tipica della reazione allergica .Ciò permette una regressione della patologia asmatica e allergica, con un benessere clinico ,spesso, di lunga durata.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *